La Morletta è un corso d’acqua naturale, presenta infatti un aspetto decisamente naturaliforme caratterizzato da anse e meandri, salvo alcuni tratti che sono stati rettificati dall’uomo. Questo corso d’acqua nasce ai piedi dei colli di Bergamo, lambisce le aree del parco cui fa da confine, attraversa l’alta pianura bergamasca compresa tra Brembo e Serio e termina il suo tragitto immettendosi nel Fosso Bergamasco. Lungo il suo percorso attraversa il territorio dei comuni di Bergamo, Lallio, Stezzano, Levate, Verdello, Verdellino, Arcene, Lurano e Pognano, inoltre sulle sue rive si affacciano numerosi altri parchi, il Plis della Morla, il Plis dei Fontanili e dei Boschi e il Plis della Gera d’Adda e più in generale costituisce il più importante asse ecologico che attraversa la pianura compresa tra Brembo e Serio.
Si suppone che la Morletta fosse un tempo un affluente delle Morla e che ne abbia “ereditato” buona parte dell’alveo quando nell’alto medioevo la Morla è stata deviata verso Campagnola. A seguito dell’intervento dell’uomo la porzione d’alveo della Morla posta a monte dell’intersezione con la Morletta è rimasta così senz’acqua e col tempo tali aeree sono state trasformate in prati, dove però rimane ancora traccia dell’alveo di un tempo, mentre a valle dell’immissione della Morletta l’antico alveo della Morla, seppure ristrettosi e con una portata più contenuta, ha mantenuto la sua funzione fluviale.